Il legno: tra ecologia e economia

Ecologia ed economia hanno l’etimologia comune dal greco “oikos”= dimora eppure possono rimandare ad obiettivi divergenti.

Non è così per le strutture in legno, BCB – STRUTTURE IN LEGNO lo sa bene poiché esse che offrono soluzioni costruttive sicure e competitive, con un impatto ambientale molto inferiore a quello degli altri materiali da costruzione.

Usare il legno è anche la maniera più efficace di contribuire alla gestione sostenibile, e quindi alla tutela, degli ecosistemi forestali. Il legno riveste un ruolo fondamentale nell’attenuare il cambiamento climatico:

ogni metro cubo di legno impiegato in edilizia = oltre 1 tonnellata di CO2 stoccata, per tutta la durata del manufatto*

* fonte: Unione Europea nel Sesto programma di azione ambientale

Confrontando l’impatto ambientale di diverse tipologie costruttive per un edificio residenziale emerge che, rispetto alla struttura di legno, quella funzionalmente equivalente in calcestruzzo armato usa il 38% in più di energia primaria ed ha una maggiore emissione di gas “effetto serra” (+80%), inoltre comporta un elevato inquinamento atmosferico (+46%) e produce molti più rifiuti solidi (+164%)**.

**fonte AA.VV. Lyfe cycle environmental performance of renewable building materials in the context of residential construction, www.corrim.org.

0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>