Quali sono le classi di rischio del legno?

Quali sono le classi di rischio del legno?

Il CEN (Comitato Europeo di Normalizzazione) attraverso la Norma Europea EN 335 parti 1, 2, e 3 ha individuato 5 classi di rischio che si distinguono in base all’umidità a cui è sottoposto il legno nelle diverse condizioni d’impiego.

In altre parole, tanto più il rischio è alto, tanto maggiore è la necessità di aumentare la naturale resistenza del legno con dei trattamenti di impregnazione.

BCB – STRUTTURE IN LEGNO parte sempre dall’assegnazione delle classi di rischio per decidere a quale trattamento sottoporre il manufatto.

Vediamo una ad una le classi di rischio per il legno:

Classe di rischio 1: ambiente riparato, protetto dagli agenti atmosferici (umidità del legno sempre < 20%). Le condizioni garantiscono contro il rischio di attacco fungino, è possibile l’attacco da parte di insetti;

Classe di rischio 2: ambiente riparato ma con elevata umidità dell’aria (umidità del legno a volte > 20%). Può essere presente l’attacco fungino, è possibile l’attacco da parte di insetti;

Classe di rischio 3: elementi lignei anche esposti (è frequente un’umidità del legno > 20%). Il materiale è esposto all’attacco fungino, è possibile l’attacco da parte di insetti;

Classe di rischio 4: elementi lignei esposti, anche a contatto diretto con terreno o con acqua dolce. Il materiale è permanentemente esposto all’attacco fungino, è possibile l’attacco da parte di insetti (termiti);

Classe di rischio 5: elementi permanentemente a contatto diretto con acqua salata. É possibile l’attacco di organismi invertebrati marini, soprattutto in acque calde. Attacco da parte di insetti per le parti non immerse.

Adesivi

Gli adesivi per gli impieghi strutturali devono produrre giunti di resistenza e durabilità tali che l’integrità dell’incollaggio sia mantenuta, nella classe di servizio assegnata, per tutta la vita utile attesa della struttura.

Gli adesivi conformi alle specifiche per il Tipo I definite nella EN 301 possono essere utilizzati in tutte le classi di servizio.

0 Commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>